-20% per ordini da 59,00€Consegna in 24/48 h lavorativeSpedizione gratuita a partire da 25€
Consegna in 24/48 h lavorativeSpedizione gratuita a partire da 25€
Spedizione gratuita a partire da 25€ – Consegna in 24/48 h lavorative

Invecchiamento cutaneo: i rimedi e le strategie per contrastarlo

Argomenti trattati in questo articolo:
 

> Come rallentare e prevenire l’invecchiamento della pelle

> Quando inizia a invecchiare la pelle?

 
 


 

La pelle racconta la nostra storia, le nostre emozioni, il nostro stile di vita. È una storia che, evidentemente, preferiamo raccontare a voce perché, ai primi segni, anche appena accennati, di rughe o perdita di tono, il nostro pensiero spesso è come faccio a conservare una pelle giovane, tonica, luminosa?

L’invecchiamento cutaneo, o skin aging, è un processo fisiologico influenzato sia da fattori genetici individuali, sia da fattori ambientali (stile di vita).
Il patrimonio genetico, insieme ai fattori endocrini, controlla e regola quello che è definito l’invecchiamento correlato all’avanzare dell’età, che riguarda la cute come tutto il resto del nostro corpo.
Anche l’ambiente esterno incide notevolmente sullo stato di salute e benessere della nostra pelle: lo stress, uno stile di vita non corretto, il fumo, l’esposizione a lungo ai raggi solari, fanno realmente la differenza tra una pelle più o meno giovane.

L’azione combinata dei fattori genetici e ambientali produce i segni dell’invecchiamento cutaneo:

  • formazione delle rughe
  • modifica della texture cutanea
  • perdita di elasticità dei tessuti (ptosi)
  • dilatazione dei pori
  • riduzione della luminosità
  • secchezza
  • assottigliamento della pelle
  • arrossamenti
  • macchie (discromie)

Come rallentare e prevenire l’invecchiamento della pelle

È possibile rallentare questo processo? Premesso che la bellezza si esprime in tanti modi e che imparare ad apprezzare la nostra pelle e tutto ciò che racconta di noi è il migliore dei modi per esaltarla, per contrastare l’invecchiamento possiamo intervenire innanzitutto sui 6 principali fattori esterni.

Radiazioni solari

Danneggiano in maniera irreversibile tutti gli strati della cute e i principali responsabili degli effetti sono i raggi UVA: esporsi al sole a lungo senza le necessarie cautele e protezioni (creme solari) accelera notevolmente il processo di invecchiamento.

Inquinamento

Favorisce la comparsa delle discromie e delle rughe. Detergere delicatamente e proteggere la pelle aiuta e limitare i suoi effetti.

Alimentazione

Il miglior elisir è l’acqua. Sembra banale ma effettivamente idratarsi nella giusta misura migliora notevolmente il tono e l’aspetto della pelle. Una dieta equilibrata apporta tutti i nutrienti e le sostanze che aiutano l’epidermide a mantenersi giovane e sana, ossia omega-3, polifenoli, vitamine A, C ed E, riducendo gli zuccheri complessi derivanti da cibi molto lavorati.

Stress

Vi sono precisi studi clinici che hanno messo in luce il legame che esiste tra stress emotivo e alterazione della salute della cute. Livelli alti di stress sono in grado anche di peggiorare infiammazioni già presenti come per esempio l’acne.

Fumo

Diverse ricerche hanno confermato il legame tra fumo e invecchiamento, soprattutto per quanto riguarda le rughe del contorno labbra e la perdita di luminosità della pelle.

Sonno

La mancanza di sonno ci fa apparire sempre un po’ stropicciati la mattina. Se le ore piccole diventano un’abitudine o non si dorme il necessario numero di ore a causa di risvegli o difficoltà a prendere sonno, le occhiaie si approfondiscono, appaiono rossori e colorito più spento. La privazione di sonno è in grado di determinare anche un aumento della temperatura della cute.

A queste attenzioni si può aggiungere una skincare routine, fatta di pochi gesti costanti, che aiuti la nostra pelle a rallentare il processo di invecchiamento. Vediamo come.

Quando inizia a invecchiare la pelle?

L’invecchiamento cutaneo (a livello istologico) comincia a partire dai 15 anni. Ma non spaventiamoci: si tratta di un cambiamento visibile solo attraverso il microscopio e non di certo a occhio nudo. Quest’ultimo inizia a segnare la nostra pelle con le prime sottili rughe a cominciare dai 30 anni circa.

L’invecchiamento non è un processo legato solo alla pelle, bensì fa parte di un cambiamento che interessa tutto l’organismo e le due cose non sono tra loro slegate.
Per questo motivo, per rallentarlo, è importante agire su più fronti: la buona notizia infatti è che possiamo influenzarlo positivamente, grazie a un buon stile di vita e qualche accorgimento. Se sul patrimonio genetico è difficile intervenire se non attraverso la medicina o la chirurgia estetica, l’uso costante di buoni prodotti di dermocosmesi rallenta notevolmente gli effetti del processo di invecchiamento, conservando il più a lungo possibile una pelle setosa, uniforme e tonica.

Utilizzare prodotti idonei, con costanza quotidiana, permette davvero ottimi risultati: la pelle si mantiene più tonica, compatta, luminosa. Un trattamento antiage saltuario, anche se ottimo e costoso, non permette risultati duraturi.

Come si fa a scegliere un prodotto antiage efficace?

È l’elenco degli ingredienti (INCI) che contiene a darci le giuste informazioni. In particolare, sono i primi 5 componenti dell’INCI quelli da controllare, perché sono quelli più concentrati e attivi.
Puoi trovare un breve elenco degli ingredienti più efficaci qui, con descritti gli effetti di ciascuno di loro.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Ricevi subito lo sconto del 10%

Iscriviti alla newsletter Sirio.